disAgiati_logo

Diego Ruggeri

Dovessi definirmi direi di me che sono, da cinquant’anni,
immagini e suoni.
Non ho fatto altro, non so fare altro.
Ho studiato all’istituto d’arte, all’accademia di Brera, oggi insegno in un liceo e all’accademia LABA di Brescia.
Guardo il mondo che mi circonda, lo filtro, lo traduco in immagini,
che poi diventano parole, suoni.
Ho lo sguardo slow dell’uomo che osserva lo scorrere lento e inesorabile del fiume.
Osservo, mi inebrio, quando sono pieno di tutto
– a volte mosso anche dalla rabbia che mi scatena l’ipocrisia dell’esistenza –
mi viene naturale dare forma a nuovi ritratti di vita,
cinici o visionari e poetici.
Il quadro d’insieme prende forma in modo rabdomantico,
senza un progetto predefinito.
L’istinto è la mia misura delle cose del mondo.
Incanto e disincanto sono la mia cifra esistenziale.
Le immagini diventano musica, parole che evocano emozioni precise, diventano racconti, cercano di tradurre emozioni prima che si perdano nel mio oblio.
Il mio amico Marco Remondini è musica, è corde, è la sonorità che entra in modo preponderante nei miei testi.
Con lui, le mie parole, i mie racconti brevi divengono melodia, armonia, forma, paesaggio dell’anima.

Marco Remondini

Sono Marco Remondini, sax e cello.
Scrivo musica per teatro, danza …e per me. E’ il mio mondo: ho vinto nel nel 1991, il Jazz Contest, con M.Negri, S.Guiducci e R.Biancoli e nel 1999 il 
Recanati, con la Scraps orchestra.

Dal 1991 collaboro in vari progetti con GL Trovesi, tra i quali un duo (TroveRemo). Con lui ho inciso vari CD (gli ultimi per l’ECM …in cui ha arrangiato parte del lavoro).

Oltre ai già citati, ho condiviso il palco con: Paolo Fresu, Gunter Sommer, Gianni Coscia, Fausto Beccalossi, Rudi Migliardi, Arturo Testa, Massimo Greco, Franco Battiato, Alberto Ferrarini, Giancarlo Zucchi, Mario Visentini… gli attori Omero Antonutti, Gianni Franceschini, Vincenzo Cinaschi, Alda Merini, Pietro Nuti, Adriana Innocenti, Lella Costa, Bebo Storti, Giuliano Brunazzi, Maurizio Donadoni, Piergiorgio Odifreddi, Valeria Solarino, Flavio Oreglio, Davide Riondino, Oreste Castagna, Ivana Monti… il marionettista Giorgio Gabrielli, la compagnia di danza Ersilia danza di Laura Corradi, la danzatrice C. Olivieri.
Nel pop si trova negli ultimi lavori di Giuni Russo. Lavora spesso 
e, soprattutto volentieri, con video, disegni, danza, prosa …commistione di linguaggi. Ho, a tal proposito, un progetto che gira attorno alla figura (da casteldariese) di Tazio Nuvolari, comprensivo di materiale musicale originale, danza, documenti, disegni e testimonianze; e altri, sul tema del “viaggio”, con Trovesi e Roberta Visentini.
Ho tenuto un corso di sound 
design alla LABA di Brescia con non eccelsi risultati. Sono entusiasta d’intraprendere un nuovo lavoro con l’amico Diego Ruggeri.